La liposuzione o liposcultura è un procedimento noto da molti anni, che ha consentito di rimodellare i volumi corporei con minime cicatrici. Il grasso viene infatti aspirato attraverso millimetriche incisioni grazie all’ausilio di apposite cannule che aspirano e rimuovono meccanicamente il tessuto adiposo.

Con questa tecnica è possibile letteralmente “scolpire” i volumi corporei, rimodellando i profili di intere regioni corporee o rimuovendo semplicemente un accumulo adiposo resistente alla dieta o all’esercizio fisico.

I limiti di questa tecnica sono la quantità di volume asportabile (massimo 2-3 litri ad intervento), la necessità di un ricovero oltre 1,5 litri di tessuto aspirato e la lassità cutanea. Quest’ultima soprattutto rimaneva un invalicabile limite, soprattutto nel trattamento di grandi volumi.

Cos’è la liposuzione laser-assistita o laserliposuzione

La tecnica di liposuzione laser-assistita si avvale della tecnologia L.A.S.E.R. SlimLipo Aspire – Palomar ®, approvato ufficialmente dalla FDA americana ( Food and Drug Administration).
Con questa tecnologia, il tessuto adiposo viene sciolto da una sonda laser installata su una microcannula. L’impulso laser consente di avere contemporaneamente tre funzioni:
sciogliere il grasso: la sonda agisce selettivamente sulle cellule adipose.
coagulare i piccoli vasi sanguigni: questo riduce fortemente la formazione di ecchimosi (lividi) che tipicamente avvengono dopo una liposuzione tradizionale.
produrre retrazione cutanea (skin tightening) stimolando le fibre elastiche della pelle. Questo effetto è rivoluzionario perchè consente di agire anche sull’involucro cutaneo, ridonando una nuova e naturale tonicità

Come avviene l’intervento

L’intervento si svolge in due fasi:

  1. In una prima fase la cannula laser viene utilizzata per sciogliere il grasso e produrre la retrazione cutanea.
  2. In una seconda fase il tessuto adiposo trattato con il laser viene aspirato con una cannula tradizionale

Il post-operatorio

Rispetto ad una liposuzione tradizionale, il fastidio e il dolore sono molto ridotti. Il tessuto adiposo va incontro a lisi anche ben dopo la fine dell’intervento. Una parte del tessuto adiposo viene aspirato durante l’intervento stesso, ma una buona quota viene eliminato sotto forma di liquido nei primi due-tre giorni attraverso le piccole incisioni effettuate.
Questo significa che la riduzione di volume continua ben dopo la fine dell’intervento, arrivando a circa 3 volte la quantità di tessuto adiposo che viene aspirata durante la procedura.

Grazie a queste caratteristiche, la dimissione avviene poche ore dopo l’intervento chirurgico.

Chirurgia Estetica, , ,