Di cosa si tratta

La gluteoplastica è l’intervento che intende migliorare forma, posizione, volume e profilo dei glutei.

Il termine gluteoplastica comprende uno svariato numero di procedure che possono essere combinate fra di loro per raggiungere il risultato desiderato.

Le procedure che vengono comunemente impiegate per il rimodellamento del gluteo sono principalmente tre:

  • liposcultura e lipofilling
  • fili di sospensione
  • protesi glutee

Liposcultura e lipofilling

La liposcultura è una tecnica eccezionale per la ridefinizione del profilo gluteo. Consiste nell’aspirazione del tessuto adiposo con delle apposite cannule attraverso piccole millimetriche incisioni di pochi millimetri. La liposcultura può rimuovere gli accumuli adiposi resistenti all’esercizio fisico, rimodellare il profilo del gluteo o semplicemente diminuirne il volume.

La liposcultura non è solo una tecnica sottrattiva. Il tessuto adiposo infatti può essere utilizzato a piacere per aumentare la proiezione e strutturare le regioni del gluteo che appaiono più “svuotate”. Questo processo avviene con una tecnica denominata “lipofilling”. Il tessuto adiposo dopo essere stato prelevato con delle cannule, viene sottoposto ad un processo di purificazione, trattato e iniettato nelle zone desiderate.

Il lipofilling è inoltre è in grado di migliorare la qualità dei tessuti del gluteo, migliorandone la tonicità e l’aspetto.

La liposcultura è una procedura che può essere eseguita in anestesia locale con sedazione. Questo intervento viene eseguito in day-hospital e la paziente può andare a casa il giorno stesso. I tempi di recupero sono rapidi (7-10 giorni).

Fili di sospensione

Si tratta di una tecnica ancora meno invasiva. Si basa sull’utilizzo di particolari fili che vengono utilizzati per ridistribuire e sollevare il volume del gluteo. La procedura non è definitiva in quanto la durata del filo e quindi del suo effetto è limitata (a seconda del materiale e della procedura 6 mesi – 2 anni), ma l’intervento è più rapido, di durata molto inferiore e richiede una riabilitazione molto rapida (3 giorni). I risultati sono visibili fin da subito.

Protesi glutee

Si tratta dell’intervento più tradizionale, basato sull’impiego di protesi a base di silicone. Questo tipo di intervento trova sempre minori indicazioni, dal momento che la gluteoplastica con liposcultura/lipofilling offre notevoli possibilità di rimodellamento senza l’impiego di protesi.

Le indicazioni di questo intervento si restringono pertanto alle severe atrofie del gluteo o a particolari richieste di aumento di volume in una sola procedura. L’intervento viene effettuato in anestesia generale e necessita di una notte di ricovero. La procedura richiede 2 settimane di convalescenza.

Se l’argomento ti interessa, desideri approfondire non esitare a contattarmi o a prendere un appuntamento cliccando qui.

Senza categoria,