Durata
60-100 minuti
Anestesia
Locale con sedazione / generale
Degenza
0-1 notte
Ritorno in società
5 giorni

L’eccessivo sviluppo della ghiandola mammaria e del tessuto adiposo nell’uomo è motivo di difficile accettazione di se stessi, scarsa autostima e vergogna. La presenza delle mammelle nell’uomo è infatti considerato un carattere classicamente femminile e poco attraente nell’uomo.

La moderna chirurgia estetica può offrire molto a questi pazienti, risolvendo la situazione con cicatrici minime e poco visibili.

Preparazione all'intervento


Generalmente è richiesta un’ecografia per stabilire la natura dell’ipertrofia mammaria (ghiandolare, adiposa o mista). Bisogna quindi escludere la presenza di neoformazioni e indagare la causa dell’ipertrofia.

Come si svolge l'intervento


L’intervento consiste generalmente in:

  • Mastectomia sottocutanea: serve a rimuovere in maniera radicale la ghiandola mammaria maschile. Quanto viene asportato viene accuratamente esaminato con un esame istologico. Questo è molto importante perché serve a stabilire con certezza la benignità del quadro ed azzerare il rischio di sviluppare neoplasie in futuro.
  • Lipoaspirazione: questa fase dell’intervento, effettuata una volta completata la mastectomia, serve a rimuovere la componente adiposa perighiandolare. E’ una fase fondamentale perché consente non tanto di asportare, quanto di modellare il tessuto adiposo peri-mammario, donando una forma gradevole e virile alla regione pettorale

E’ inoltre possibile correggere altri difetti durante lo stesso intervento, quali

  • Areola di dimensioni eccessive: un’areola di grosse dimensioni non è esteticamente accettabile nell’uomo. E’ possibile tuttavia ridurne il diametro durante lo stesso intervento.
  • Dislocazione dell’areola: è possibile correggere un difetto di posizionamento dell’areola, quale ad esempio un’areola troppo mediale, alta o bassa.
Cicatrici

Le cicatrici di questo intervento sono minime e localizzate generalmente nella metà inferiore del perimetro dell’areola (cicatrice emi-areolare inferiore). A questa di solito si associano le cicatrici del lipofilling che consistono in due incisioni di circa 2 mm cadauna sul versante laterale e mediale della regione mammaria.

Post-operatorio


Per ottimizzare il risultato è necessario indossare una guaina elastica per circa 3-4 settimane dall’intervento chirurgico. In caso si effettui anche la mastectomia sottocutanea sarà necessario mantenere due drenaggi (uno per parte) per un periodo variabile di 3-4 giorni dall’intervento chirurgico. I drenaggi sono costituiti da tubi di morbido silicone. La loro rimozione può essere effettuata in ambulatorio e non comporta nessun dolore.

La ripresa dell’attività lavorativa è consentita a partire da 5 giorni dall’intervento chirurgico. L’attività sportiva e l’attività fisica intensa potrà essere ripresa a partire da 3 settimane dall’intervento.